Archivi categoria: Sabariani

La Soprintendenza salverà gli affreschi dei Sabariani.

Il duemilaventi sarà ricordato a Benevento per tre cose, la tragedia del Covid19, il ritorno in serie A del Benevento Calcio e…. l’inizio dei lavori di recupero degli affreschi Longobardi dei Sabariani.

Tre eventi sorprendenti, ciascuno in modo diverso.

Il Covid. Sapevamo dei focolai sviluppati in Cina, alcuni politici ed esperti affermarono che in Italia non sarebbe arrivato e comunque non avremmo dovuto preoccuparci. E invece…

Il Benevento in serie A, era nell’aria, molti lo sognavano, ma arrivarci con 8 giornate di anticipo ha sicuramente sorpreso tifosi e non…

Gli affreschi dei Sabariani, o meglio, la Cripta che si trova in pieno centro, nella piazzetta che prende il nome dalla Chiesa di San Marco dei Sabariani non più esistente, e che custodisce, (ancora?) affreschi risalenti al periodo longobardo, lo stesso che ha permesso alla città di essere inserito nel sito seriale dichiarato patrimonio dell’Unesco, grazie alla Soprintendenza Archeologia belle arti e paesaggio di Caserta e Benevento, ha forse una reale possibilità di poter vedere l’inizio dei lavori per il suo recupero.

La notizia è a suo modo sorprendente per diversi motivi, il primo dei quali è che la Soprintendenza dopo che in tredici anni in cui nulla è stato fatto per il suo recupero, ha chiesto (finalmente) al Comune di Benevento l’affidamento temporaneo del bene per procedere a misurazioni, studi e alla definitiva progettazione delle opere necessarie al recupero degli affreschi e alla deumidificazione degli ambienti della cripta.

Il secondo aspetto è che i lavori inizieranno grazie alla prima tranche del finanziamento pari a 50.000 € previsto per il 2019 e che, guarda caso, è lo stesso importo che il comune di Benevento aveva reso disponibile per lo stesso scopo, stralciandolo dalla somma offerta dalla Terna come ristoro per i disagi causati con i suoi lavori. Peccato però che dopo svariati mesi, la stessa somma sia stata dichiarata insufficiente, proseguendo la tradizionale messa in scena di annunci a scopi elettorali e rinvii che nel frattempo hanno condannato gli affreschi a rimanere in balia dell’umidità e dell’incessante processo di sgretolamento. A nulla valsero gli inviti pervenuti all’assessore di turno a utilizzare in ogni caso la somma per iniziare i lavori che potessero almeno interrompere la degenerazione degli affreschi, cosa che invece la Soprintendenza ha ritenuto plausibile.

Naturalmente questo è solo l’inizio di un nuovo capitolo di una storia, che nel rispetto della trama dei migliori romanzi di avventura, vede il susseguirsi di sogni di vittoria e cocenti delusioni, ma in cui si fa fatica a capire chi sono i buoni e i cattivi. Nonostante questo il gruppo Facebook “Sei di Benevento se…” non si stancherà di leggerlo per e tenterà di sollecitarne il lieto fine, mantenendo sempre viva l’attenzione sulla valorizzazione del nostro territorio. Per questo motivo, saremo grati a tutti i responsabili della Soprintendenza se forniranno maggiori dettagli sull’intera operazione, incluso l’importo totale destinato ai lavori, e di tanto in tanto qualche aggiornamento sul loro avanzamento.

Si potrebbe perfino pensare a realizzare delle “stories”, una raccolta di immagini da pubblicare sui social, con tanto di testimonial, con modalità simili a quelle usate dalla Ferragni per gli Uffizi di Firenze, che legando la sua immagine a quella del famoso museo, ha dimostrato che i nuovi media possono essere un ottimo strumento per appassionare alla storia dell’arte un pubblico sempre più ampio, e che magari, alla fine dei lavori di recupero degli affreschi dei Sabariani, sarà felice di ammirare una nuova testimonianza della cultura di un popolo che è stato un importante protagonista della nostra civiltà.

Alfredo Vittoria
Fondatore del gruppo Facebook
Sei di Benevento se…

Nei pics non c’è spazio per i sabariani

Qui la Cripta dei Sabariani (senza affreschi).

16 milioni di euro sono appena sufficienti per i cartelli segnaletici e le luci per valorizzare il nostro patrimonio, ma non per il restauro dei Sabariani.

Se la notizia non fosse drammatica, sembrerebbe una barzelletta in cui invece di preoccuparsi di salvaguardare il bene da valorizzare si pensa alla sua segnalazione sul percorso storico in cui è possibile trovarlo.
Allora mi permetto di dare un piccolo suggerimento: per segnalare la Cripta si utilizzi uno dei cartelli con le croci utilizzato per indicare i cimiteri e in corrispondenza della cripta una targa alla memoria con tanto di lumini votivi e questa scritta.

“CRIPTA DEI SABARIANI
La cripta detta dei Sabariani custodiva affreschi longobardi risalenti probabilmente al XII secolo.
Ora affreschi non sono più visibili a causa della mancanza di fondi.
.. o meglio, i fondi c’erano ma li abbiamo spesi per cose più importanti come la segnaletica che stai leggendo.
I responsabili
della custodia.

Tra le varie soluzioni per la valorizzazione del patrimonio, sono previste anche delle rappresentazioni create con gli ologrammi, per dare una idea in 3 dimensioni dei reperti nella loro originale bellezza, ma purtroppo neanche questo potrà essere utilizzato per ricordare gli affreschi dei Sabariani, perché per realizzarlo, si sarebbero dovuti fare dei rilievi in alta risoluzione, prima della loro totale scomparsa.

Ricordiamo per chi non si fosse appassionato alla annosa vicenda che gli affreschi sono situati a pochi passi dalla Chiesa di Santa Sofia, uno dei monumenti più rappresentativi della cultura Longobarda, già patrimonio dell’umanità la cui gestione da parte della provincia è stata criticata per una scarsa valorizzazione, lasciando intendere che nel caso in cui la gestione fosse stata del Comune, le cose sarebbero andate diversamente.

Ma forse è tutto un equivoco in cui è facile imbattersi per chi come me non è addetto ai lavori, ed allora è il caso di porre qualche domanda al sindaco “fantasma”, visto che dopo aver dato le dimissioni ha ottenuto i finanziamenti per “il rilancio sostenibile della città”.

Come mai tra le azioni previste dal programma triennale è previsto il recupero della Torre della Biffa e per i Sabariani solo la segnaletica?

Non si sarebbero potute finanziare almeno le opere di consolidamento della Cripta, già richieste nella relazione dell’Istituto Superiore della Conservazione (ISCR)?

Ma forse i motivi dell’assenza tra le azioni previste dal piano di rigenerazione urbana, di un intervento per il recupero degli affreschi dei Sabariani sono altri e l’ennesima delusione innescata dalle tante promesse fatte e mai mantenute è solo il frutto di un malinteso perché il restauro degli affreschi ci sarà e sarà fatto con i fondi X entro la data Y. Si invitano i responsabili della custodia del patrimonio culturale della città a sostituire le variabili con dati certi, evitando così di rendersi colpevoli dei reati previsti dalla legge italiana e quella europea, per la loro mancata tutela.

Alfredo Vittoria
Fondatore del gruppo Facebook
Sei di Benevento se…

Ringraziamo la stampa che ha dato spazio al nostro articolo

Visita dei tecnici dell’ISCR ai Sabariani. Anche la curia collaborerà?

Nove speranze e criticità da affrontare per salvare gli affreschi dei Sabariani.

l’8 novembre, come annunciato, i tecnici dell’Istituto Superiore per la Conservazione ed il Restauro ,  hanno preso visione dello stato di conservazione degli affreschi dei Sabariani. L’ ISCR, istituito è organo tecnico del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo ed afferisce al Segretariato Generale; è specializzato nel campo del restauro e della conservazione delle opere d’arte e del patrimonio culturale. Continua la lettura di Visita dei tecnici dell’ISCR ai Sabariani. Anche la curia collaborerà?

#salviamoiSabariani

L’attività di informazione e tutela dei preziosi affreschi dei Sabariani portata avanti del gruppo Sei di Benevento se,  non si è fermata!

Per alzare ancora un po’ il livello di confronto con le istituzioni, abbiamo inviato una lettera aperta l’associazione Italia che gestisce il sito I Longobardi in Italia, nome dato dall’UNESCO per riunire i beni in italia che testimoniano la cultura longobarda in italia.

LETTERA APERTA

Alla cortese attenzione dell’associazione “Italia Langobardorum”

Benevento, 22 giugno 2017 Continua la lettura di #salviamoiSabariani

L’assessore Picucci da inizio al restauro dei Sabariani

Sarebbe stato bellissimo poter apprendere la notizia del restauro dei Sabariani dalle testate più importanti della città ma…

Oggi, approfittando della ricorrenza del primo aprile, in cui gli scherzi sono di rito, approfittiamo, per attirare ancora una volta l’attenzione dell’opinione pubblica sul pericolo di perdita degli affreschi dei Sabariani, una delle testimonianze più importanti della cultura Longobarda a Benevento. Continua la lettura di L’assessore Picucci da inizio al restauro dei Sabariani